Ecco come prendere il comando delle tue vendite

Se anche tu sei abituato agli alti e bassi delle vendite, ma non fai nulla per capirne il perché, allora i tuoi negozi sono a rischio. Scopri la soluzione immediata per mettere al sicuro la tua attività.

 

Sei un negoziante e hai una catena di negozi di moda?

Sì? Allora questo articolo è stato scritto proprio per te!

Attenzione però, non si tratta del solito articolo da leggere veloce, senza neppure arrivare alla fine.

Qui c’è bisogno della tua collaborazione.

Quindi vai avanti a leggere, ti aspettano dei preziosi consigli per migliorare a colpo sicuro i tuoi risultati di vendita.

 

Sei pronto?

Facciamo un semplice test.

Tranquillo, non è un’interrogazione a sorpresa.

Serve per scoprire quanto conosci la tua attività e quanto sei preparato ad affrontare i cambiamenti.

Iniziamo.

Ad ogni domanda rispondi: o no.

  • Sai come acquistano i tuoi clienti (in base alle stagioni, alle mode, alle novità, ai saldi, ecc…)?
  • Usi degli strumenti precisi per tenere d’occhio l’andamento delle vendite tra anni/stagioni/settimane?
  • Sai quanto vende ogni tuo negozio?
  • Sai quanto vende ogni tuo commesso?
  • Sai quanto compra ogni tuo cliente?

 

Se prevalgono i no, la situazione è critica. Inutile che te lo dica.

Se prevalgono i , sei sulla buona strada …ma si può sicuramente migliorare.

In ogni caso, la lettura di questo articolo ti dà il vantaggio piccolo o grande che ti serve.

Proseguiamo.

 

1. Non fermarti al numero degli incassi

È sera, l’ultimo cliente è appena uscito dal tuo negozio di abbigliamento e la tua commessa di turno ha battuto l’ultimo scontrino della giornata.

Come ogni giorno è arrivato il momento di tirare giù le serrande e di fare la chiusura di cassa.

Bene, ora hai in mano tutti i dati del venduto di oggi.

L’errore è quello di concentrarsi solo sui numeri degli incassi.

 

Di solito, quando i numeri sono bassi e gli affari vanno male, il negoziante si dispera, inizia a comprare prodotti e a fare sconti.

Mentre quando i numeri sono alti e gli affari vanno bene, il negoziante tira un sospiro di sollievo e si mette il cuore in pace.

Niente di più sbagliato.

Tu non lo devi fare, lascialo fare agli altri.

 

Cosa succede se fai così?

Succede che la concorrenza aumenta e il mercato cambia, ma tu sei preso dal tuo momento positivo e non ti accorgi di niente.

È la fine.

Noi però siamo ancora in tempo per evitare il peggio.

Basta fare quello che la tua concorrenza non fa.

Vediamo nel dettaglio.

 

Le regole da seguire sono 2:

  • Chiediti SEMPRE perché le cose vanno bene oppure perché le cose vanno male
  • Agisci di conseguenza, senza MAI rimanere fermo.

 

2. Perché aumentano le vendite …o perché diminuiscono

Sei in un momento positivo?

Sei in un momento negativo?

Qualsiasi sia la situazione attuale della tua attività, tu devi sapere perché.

Usiamo degli esempi per capire meglio.

 

Nell’ultima settimana le tue vendite sono raddoppiate rispetto alle settimane precedenti.

Hai voglia di festeggiare, di brindare, di andare a cena fuori…

Non lo puoi fare.

Calendario alla mano, devi scoprire cosa ha fatto la differenza in questa settimana, rispetto alle altre.

Solo così sei in grado di ripetere i risultati positivi e di aumentare ulteriormente i tuoi guadagni.

 

Viceversa, se le vendite sono crollate, non devi pensare che sia tutto sbagliato.

Anche in questo caso devi verificare cosa non ha funzionato.

Non serve a nessuno essere pessimista, tanto meno a te.

Considera l’errore come una lezione da cui imparare per non sbagliare più.

E ricorda, ora che hai sbagliato, hai più esperienza e sei più “ricco”.

 

Tieni gli occhi aperti e guardati intorno.

Ogni dato, positivo o negativo, dev’essere spiegato:

 

  • In questa settimana sono andati a ruba i jeans con gli strappi sulle ginocchia.
    Domanda: Perché?
    Risposta: Perché l’inverno sta per finire, le temperature sono più calde, arriva la primavera, si passa più tempo all’aperto e si usano abiti pratici ma alla moda.
  • In questa settimana hai venduto tutte le cravatte che avevi in negozio …a tal punto da doverne ordinare delle altre.
    Domanda: Perché?
    Risposta: Perché uno di questi giorni si festeggia la Festa del Papà e la cravatta è stato un regalo gettonatissimo da parte delle mogli e dei figli.
  • In questa settimana hai avuto un generale calo delle vendite.
    Domanda: Perché?
    Risposta: Perché hai appena cambiato l’allestimento delle tue vetrine ed evidentemente non attira il cliente, in più ha sempre piovuto …e si sa, con la pioggia la gente si muove meno.

 

È chiaro?

Non devi mai smettere di domandarti il perché dei tuoi risultati.

E devi darti più risposte possibili. Tutte quelle che ti vengono in mente.

Non saranno tutte giuste al 100%, ma va bene così.

 

3. Reagisci alle situazioni

Ripartiamo da dov’eravamo.

Hai osservato un aumento (o un calo) delle vendite nei tuoi negozi di abbigliamento.

Ti sei chiesto perché, e hai individuato i fattori che influenzano le vendite.

Bene.

La seconda cosa da fare è: agire di conseguenza.

Ciò significa che devi essere pronto a soluzioni sempre diverse.

Se una cosa funziona va ripetuta e potenziata, se una cosa non funziona va eliminata e sostituita.

 

Spesso saranno utili delle prove.

Non ti stancare mai di provare metodi innovativi.

A volte sbaglierai. Molte altre volte farai centro.

Parti dalle cose che sono piaciute di più ai tuoi clienti e sperimenta:

 

  • In molti hanno acquistato i jeans strappati.
    Ok! Allora non sapranno resistere a dei giubbini in jeans con scollo rotondo e maniche a tre quarti, perfetti da abbinare in primavera.
    Quindi fai delle proposte strettamente legate ai prodotti di successo.
  • Le cravatte maschili hanno registrato il tutto esaurito, nella settimana della Festa del Papà.
    Ottimo! L’anno prossimo prepara dei kit di accessori abbinati (cravatta, pochette, calzini, cintura), usa una confezione carina …le mogli non sapranno resistere a questa proposta.
  • Le tue vendite sono calate in ogni settore.
    Purtroppo il nuovo allestimento delle tue vetrine non convince chi ci passa davanti. In più, molti hanno preferito rimanere a casa in questi giorni di pioggia.
    Cosa fare? Se il tempo è brutto, tu rendi belle le tue vetrine, fai delle promozioni e degli sconti riservati. Infine invita con un sms i tuoi clienti da te. Ora hanno almeno un motivo per essere felici.

 

Sii creativo, originale, non avere paura di provare soluzioni nuove.

Fai quello che non fa nessuno.

Se fai così, la gente si accorge di te e ti sceglie.

 

Continua a leggere con attenzione, ti aspettano altre idee interessanti per non sbagliare nel tuo lavoro.

 

4. Calo delle vendite? Tu scalza la concorrenza!

Abbiamo detto “impara dagli errori”.

Sicuramente sì.

Meglio però se sono gli errori degli altri.

Quindi, prendi informazioni sul passato della tua concorrenza.

Vedi dove hanno sbagliato e dove hanno azzeccato.

Serve a te per evitare gli errori e indovinare le scelte.

Ma non è sufficiente.

È buona norma osservare periodicamente l’andamento della concorrenza.

Devi sapere ciò che ti succede intorno.

 

A proposito di altre aziende…

Quando un grande brand mette sul mercato un prodotto di estremo successo, diventa impossibile competere sullo stesso piano.

Spieghiamo cosa vuol dire.

Esempio reale:

Adidas crea le calzature Adidas Superstar.

Tutte le teenager, le ragazze alla moda e le donne sportive le indossano ovunque.

E ti dirò di più: non possono più farne a meno.

Se non ci credi, prova a verificare tu stesso.

Guarda in basso: per strada, al centro commerciale, al cinema, al fast-food …troverai dappertutto le ragazze con le Adidas bianche!

 

Ti passa per la testa di creare una scarpa simile?

“Se loro hanno fatto successo, lo posso fare anch’io” …in realtà non è vero.

Rinuncia. È fatica sprecata.

Le ragazze vogliono le Adidas Superstar, non la tua imitazione.

 

E allora? Tu cosa puoi fare per la tua attività?

Esiste un modo per sfruttare a tuo favore il successo di un prodotto non tuo.

È un trucco che conoscono in pochi, usalo bene.

Si tratta di capire qual è quell’articolo di cui le persone non possono fare a meno, mentre usano il prodotto top.

 

Continuiamo con il nostro esempio.

A cosa non possono rinunciare le ragazze, mentre indossano le Adidas Superstar?

Ovviamente ai calzini corti! Meglio se particolari.

 

Il modello di scarpe Adidas Superstar va portato con gonne, pantaloni corti o pantaloni semi aderenti con risvolto, ma sempre con calzini corti in vista.

Nell’ultima stagione l’azienda Calzedonia ha riempito i suoi negozi con calzini corti di ogni tipo, colore e fantasia.

Le clienti li vogliono collezionare tutti.

È la mossa vincente.

 

Fai tua questa strategia.

Parti dalle mode del momento. Ogni stagione ha le sue.

Ma bada bene: niente cambia più in fretta delle mode.

Motivo per cui devi esser costantemente aggiornato sulle novità.

Internet è il migliore alleato in questo campo.

 

Ogni periodo ha i suoi must have, cioè dei prodotti che le persone devono assolutamente avere per essere all’ultima moda.

Noi diremmo “i prodotti più in voga”.

Possono essere:

  • Le scarpe basse stringate
  • I pantaloni a sigaretta
  • Il piumino corto con cappuccio
  • ecc…

 

Naturalmente la tua offerta dev’essere adeguata ai gusti del momento. Lo fanno tutti.

Ciò che gli altri non fanno è un piccolo sforzo in più.

L’abbiamo visto nel nostro esempio reale: trova tutti quegli articoli e accessori in abbinamento al prodotto top e proponili in tutte le varianti possibili.

Bene.

Ora immagina le situazioni d’uso in cui i tuoi clienti indossano il prodotto top.

 

Il segreto è: dare infinite possibilità di scelta.

  • Con le scarpe stringate funzionano i calzini di varia lunghezza, foggia e materiale
  • Con i pantaloni a sigaretta funzionano le giacche formali per il lavoro e le giacche casual per le gite fuori porta
  • Con il piumino invernale con cappuccio funzionano le sciarpe di lana avvolgenti.

 

Visto? In poche semplici mosse hai offerto ai clienti un’ampia scelta.

Quindi, non serve girare da un negozio all’altro per costruire il proprio look…

Basta venire da te.

Non farti trovare impreparato.

 

5. La gestione automatica dei tuoi negozi

È importante tenere presente che quel che vale oggi nel tuo negozio di calzature in centro a Firenze, non vale in un’altra città, in un’altra settimana, in un altro mese, in un altro anno …probabilmente non vale già domani nella stessa Firenze!

Questo per dirti che i dati di vendita di un negozio di moda (abbigliamento, calzature, accessori o articoli sportivi) hanno vita breve, vanno continuamente aggiornati e le statistiche non vanno estese agli altri punti vendita della stessa catena.

Ogni negozio ha la sua storia.

Inizia a raccontarla.

Per farlo in modo efficace, scegli un software gestionale adatto alle tue esigenze.

 

Il lunedì mattina vuoi ricevere l’andamento delle vendite via mail?

Vuoi ricevere tutti i giorni gli incassi via sms?

Vuoi controllare la produttività del singolo commesso?

Con la giusta soluzione tecnologica tieni sotto controllo gli andamenti delle vendite di ciascun negozio, in maniera automatica, senza perdite di tempo.

 

Un aiuto tecnologico ti semplifica la vita e ti mette a disposizione tutte le informazioni di ogni punto vendita.

Se desideri una soluzione su misura per la tua attività, contattaci adesso e raccontaci la tua realtà, ti offriremo una consulenza gratuita in base ai tuoi bisogni.

 



Andrea Albertin
Maxima – Gshop Retail
Co-fondatore di Maxima, aiuto aziende di moda con punti vendita a risolvere i loro problemi quotidiani. Lo faccio, assieme al team di GShop, fornendo soluzioni tecnologiche specifiche per il mondo Fashion Retail.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti anche

Collega i tuoi negozi allo smartphone dei tuoi clienti e guidali in tutti i loro acquisti

Leggi l'articolo >

Verifica adesso se i tuoi negozi sono pronti per il futuro

Leggi l'articolo >

7 modi per sfruttare al meglio le campagne di SMS marketing

Leggi l'articolo >

Articoli più visti

Ecco il commesso virtuale che tutti vorrebbero in negozio

Leggi l'articolo >

Le vie dello shopping preferite dai tuoi clienti

Leggi l'articolo >

Lasciaci qui sotto i tuoi dati, ti contatteremo per una soluzione per la tua attività!






In omaggio una copia del nostro ebook: Gli SMS come strumento di business

Acconsento al trattamento dei dati raccolti per le finalità in oggetto (informativa privacy)